Izmade | Eco-design autoprodotto

Izmade è un società benefit che opera nel campo dell’eco-design autoprodotto, realizzando arredi e complementi in piccole serie o in edizioni limitate: i fondatori sono due architetti (Giuseppe Vinci, Alessandro Grella), insieme a un designer (Pasquale Onofrio).
Per Hoppípolla i ragazzi di Izmade hanno progettato un accessorio da tavolo, perfetto per tenere a vista il nostro calendario o due belle cartoline, una per lato.

L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

P1050619

Abbiamo fatto alcune domande ad Alessandro, per scoprire qualcosa di più sul loro progetto.

Avete tutti un background fatto di competenze accademiche consolidate: come ha influito la vostra formazione nello sviluppo dell’idea di fondare una società che non solo progetta ma produce oggetti?

Credo che la formazione di alto livello sia stata fondamentale nel delineare un’attività innovativa che coniuga gli aspetti progettuali e quelli realizzativi. Le nostre attività uniscono le competenze del progettista e lo spirito pragmatico dell’artigiano, fino ad arrivare alle attività di formazione. Il tutto condito da lavoro di comunicazione, marketing e vendita che sviluppiamo internamente.

HP_02 IzmadeCome funziona il flusso creativo nel vostro collettivo? E come vi coordinate poi nelle fasi operative?

Avendo tre età, background e teste diverse, normalmente ci picchiamo. Ovviamente non è vero. Siamo diversi e nella diversità e nel confronto si generano idee originali e condivise. Fonte delle nostre suggestioni? Il web.

Quanto è importante l’aspetto della sostenibilità per voi? Mi spieghi come si traduce nella scelta dei materiali e delle lavorazioni?

Se per sostenibilità pensiamo a quella ambientale, questa passa dalla scelta dei materiali, provenienti da fonti rinnovabili o da processi di riuso. Le essenze lignee scelte sono locali ed europee. Spesso scoraggiamo i nostri clienti nel scegliere legni esotici – di dubbia provenienza.

Organizzate periodicamente corsi di falegnameria per adulti e workshop dedicati anche ai bambini e agli adolescenti: quali sono più divertenti?

Quelli che dobbiamo ancora organizzare! Il maker space che stiamo per aprire ospiterà altre attività formative. Certo i workshop dove c’è una mission (ad esempio un tavolo da realizzare), una deadline (e quindi una corsa contro il tempo) e un risultato finale (osservando i cittadini felici di avere qualcosa di nuovo per loro) sono quelli più soddisfacenti.

Come accennavi, avete di recente cambiato sede: ora l’Izlab è all’interno di un grande spazio Ex-Incet, sempre nel quartiere Aurora. Com’è cambiato il rapporto con il quartiere negli anni e cosa avete in serbo per il futuro?

Prima eravamo un collettivo in uno spazio condiviso, ora siamo una società in uno spazio tutto nostro, ma comunque aperto al pubblico. Mi chiedi cosa ci prospetta il futuro? Non so. Il quartiere di Barriera [di Milano] grazie agli interventi di riqualificazione e le nuove attività insediate sta attraversando un interessante cambiamento che potrà essere vincente solo attraverso la collaborazione e l’apertura tra soggetti e attori del quartiere. Siamo pronti.

Il vostro lab, come abbiamo già detto, è a Torino. Prima di tutto, è visitabile? E avete magari in programma di partecipare a eventi fuori città dove magari anche chi non vive qui possa conoscere dal vivo il vostro lavoro?

Ci vorrà ancora qualche mese per un’apertura ufficiale al pubblico, ma quando volete potete passare a curiosare. Avventure fuori porta? Coinvolgeteci. Abbiamo carta da schizzo e messo in carica gli avvitatori.

Hai qualche curiosità da raccontarci riguardo la produzione degli accessori da scrivania che avete prodotto per Hoppípolla? Un aneddoto divertente o un dettaglio curioso?

Non quanto si possa avvertire, ma l’olio di lino cotto cha abbiamo utilizzato per finire l’oggetto ha un profumo speciale. Sexy.

#hoppipolla #twowoodspeces #wood #woodworking #clamping

Un post condiviso da Izmade (@izmade) in data:

izmade_1

Fatti una domanda e datti una risposta.

Sconfiggeremo quel famoso supermercato svedese e torneremo tutti ad avere in casa oggetti unici? Con Izmade si può fare!

Ecco tutti i link per scoprire Izmade:
SITO http://www.izmade.com
FB https://www.facebook.com/izmadeto
IG https://www.instagram.com/izmade

Un pensiero su “Izmade | Eco-design autoprodotto

Commenti chiusi