The French Dispatch: che cosa sappiamo sul nuovo film di Wes Anderson

Il coronavirus ha inferto un duro colpo al cinema indie rimandando la release di The French Dispatch, il nuovo capolavoro di Wes Anderson. Saltata l’iconica vetrina di Cannes dove era stato inserito tra i film più attesi dell’anno, l’atteso cult del regista de I Tenenbaum e Le avventure acquatiche di Steve Zissou è ancora oggi senza una data di uscita. Ecco così che, in attesa di vederlo sul grande (o sul piccolo schermo), vi riveliamo tutto quello che sappiamo sul nuovo film di Wes Anderson:

Il cast corale

Tutti vogliono lavorare con Wes Anderson. Il motivo è semplice: il poetico autore di Rushmore ha lo straordinario potere di esaltare ogni performance creando ruoli indimenticabili come Margot Tenenbaum o Steve Zissou interpretati rispettivamente da Gwyneth Paltrow e Bill Murray. 

Seguendo la sua tradizione cinematografica, Wes Anderson assolda le star più quotate di sempre in The French Dispatch: dagli straordinari Bill Murray, Owen Wilson, Anjelica Huston, Jason Schwartzman, Edward Norton, Tilda Swinton, Adrien Brody, Christoph Waltz, Benicio Del Toro ed Elisabeth Moss alle new entries capitanate da Saoirse Ronan e Timothée Chalamet. 

Una “storia vera”

Il cinema di Wes Anderson è sospeso tra realtà e finzione. Un universo fantastico che, tra colori pastello e una travolgente umanità, ci introietta in situazioni surreali che, in un modo o in un altro, raccontano la quotidianità. 

Ambientato nella poetica cittadina francese di Ennui-sur-Blasé tra la Seconda Guerra Mondiale e le rivoluzioni degli anni Sessanta, il nuovo film di Wes Anderson è suddiviso in tre storie ispirate dagli articoli più noti del New Yorker. 

Tra artisti accusati di omicidio, rivolte studentesche e rapimenti, The French Dispatch è un’opera antologica che celebra con un pizzico di follia il mondo del giornalismo. 

Tra cinema e realtà 

Autori come Wes Anderson, Sofia Coppola e Lars von Trier hanno consacrato il cinema indie popolare come l’entertainment internazionale. 

Forte di un budget di 25 milioni di dollari, The French Dispatch rivoluziona l’indie conservando il tocco intimo delle sue prime opere. Dal meraviglioso poster firmato da Javi Aznarez (che presta la sua mano all’antieroe interpretato da Jason Schwartzman nel film) alla fittizia Ennui-sur-Blasé (che è in realtà la cittadina francese di Angoulême nota per la sua architettura solenne e per la sua calma apparente), cinema e realtà si fondono in The French Dispatch. 

Il ritorno di Wes Anderson (e non solo)

Dopo la parentesi animata de L’Isola dei cani, Wes Anderson torna al cinema in carne e ossa assoldando i talenti “dietro le quinte” che hanno reso unici i suoi film. 

Dalla sceneggiatura firmata a otto mani da Wes Anderson, Jason Schwartzman, Hugo Guinness e Roman Coppola, le musiche firmate da Alexandre Desplat e la fotografia curata da Robert D. Yeoman al montaggio di Andrew Weisblum, la scenografia di Adam Stockhausen e i costumi di Milena Canonero, The French Dispatch è il nuovo affascinante capitolo di uno dei più grandi registi indie di sempre.

Subito per te un buono sconto del 15% più un regalo speciale, iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *