Out Of The Box | Matteo Giuntini

“Io sono natura e su di essa mi concentro”, così si descrive e descrive il suo lavoro Matteo Giuntini, artista la cui produzione spazia nei supporti più diversi, dalla tela alla ceramica, tutto all’insegna di un’analisi introspettiva non priva di ironia, fatta di osservazione delle persone nei loro aspetti più intimi, tra il poetico e il triviale. Un senso del grottesco che si traduce in uno stile per cui l’espressione è sempre più importante del segno pulito, caratterizzato dai colori spessi e materici.

Abbiamo parlato di come è cambiato il modo di vivere gli spazi domestici in quest’ultimo anno di forzata cattività, di Arche del tempo e di frittura.

matteo giuntini

Nel catalogo di Selva Domestica i tuoi lavori erano definiti “un bosco d’appartamento” in cui lo spazio della casa diventa una bolla di libertà. Come è cambiato il tuo rapporto con lo spazio domestica dopo la
primavera scorsa? Questo cambiamento si è riflettuto nei tuoi lavori?

Beh, il domestico mai come prima è diventato selvatico, dopo la
primavera scorsa ognuno di noi ha vissuto in una palestra, in una cucina di ristorante stellato, in un asilo, in un cinema privato, in una sala concerti, in teatro ecc ecc, tutto questo all’interno delle nostre mura dando vita ad una vera e propria Selva creativa. I miei lavori hanno subito un brusco cambiamento ma molto produttivo, per motivi di spazi domestici si sono ridotti nella loro misura, in quarantena ho iniziato a dipingere in casa tele piccole (una al giorno circa) 24x30cm, un po’ come se fossero degli studi per futuri lavori di dimensioni più ampie.

matteo giuntini

Il confine tra l’umano e l’animale è uno dei tuoi temi principali, non a caso hai partecipato anche al Bestiario Lacustre di Lago Film Fest. Da dove nasce questo interesse per i soggetti che non si fanno addomesticare?

Non so precisamente il motivo ma sono sempre stato attratto da soggetti selvatici, da coloro che cadono e si rialzano e ricadono ancora, da quelli che portano segni addosso a coloro che scelgono di essere ciò che sentono di essere. I miei soggetti sono androgini, spesso sul solito corpo hanno testa animale, attributi sia maschili che femminili, sono attratto da questo, dalla
natura, quella selvatica, quella autentica
.

I tuoi lavori hanno una componente materica molto forte, dalla tela alle superfici tridimensionali l’espressività è più importante della pulizia del colore. Come sei arrivato a questa cifra stilistica, in un periodo in cui molto del lavoro artistico tende a passare per strumenti
digitali?

È il mio approccio naturale alla pittura, lavoro su qualsiasi supporto, quindi sperimento di continuo, sono curioso e mi stufo velocemente. Prendo la maggior parte dei materiali nelle ferramenta o mesticherie, prodotti lontanissimi dalla pittura, li uso mescolati o puri, ed ogni volta la meraviglia. È una reazione a catena, un supporto mi suggerisce l’idea per l’altro, dalla carta alla ceramica, dall’ecopelle al legno e così via.

Cosa metteresti in una capsula del tempo?

Farei un’Arca del tempo, metterei dentro tutti gli animali rimasti, due per tipo, un maschio ed una femmina, forse un giorno sarà proprio l’ultimo animale vivente ad aprirla e chissà che festa dopo.

Se potessi incorniciare un momento dell’ultimo anno di cui sei particolarmente fiera, quale sarebbe?

Questo. Sto preparando mostre e nuovi progetti molto
interessanti.

[uno di questi è CAOS l’equilibrio della pittura, una mostra a tre di ANTONIO DE LUCA – 108 – MATTEO GIUNTINI che sarà visitabile dall’11 Dicembre ( in base alle attuali restrizioni anti-COVID) fino al 5 febbraio – salvo ulteriori evoluzioni dei DPCM – alla galleria ZAION GALLERY]

Un libro, un disco o un fumetto che hai comprato a scatola chiusa?

Assolutamente si! Il libro IL PATTO DEI LABRADOR di Matt Haig, comprato a Roma Termini per la sua copertina. Un libro che ho letto con gioia, il narratore è Prince il Labrador della famiglia Hunter, fantastico.

Il gatto di Schrödinger è vivo o morto?

Fritto.

Segui Matteo Giuntini: WEB | INSTAGRAM

Subito per te un buono sconto del 15% più un regalo speciale, iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *