Out Of The Box | Alice Piaggio

alice piaggio hoppipolla out of the box

Nata a Genova nel 1991, Alice Piaggio in questo momento è sicuramente una delle illustratrici più riconoscibili e singolari del panorama italiano. Si è formata all’ISIA di Urbino – scuola che ha sfornato non pochi dei creatori di immagini più interessanti degli ultimi anni – e proprio nel corso degli anni di università ha fondato insieme ad altri 25 giovani illustratori PELO Magazine, un progetto editoriale totalmente autoprodotto che parla di attualità e temi impegnativi senza falsi pudori, con un linguaggio ironico e diretto.
Nel 2019 ha vinto il Premio Illustri nella categoria Magazine e Newspaper, ma la forza inventiva delle sue illustrazioni si esprime negli ambiti più diversi: dai giornali di tutto il mondo all’editoria per ragazzi passando per il surface design.
Le abbiamo fatto qualche domanda sul suo lavoro, le capsule del tempo e il gatto di Schrödinger.

alice piaggio hoppipolla out of the box

Passi con disinvoltura dall’illustrazione editoriale, alle autoproduzioni, sino agli albi illustrati: come cambia il tuo linguaggio da un mezzo all’altro? Pensi sia uno stimolo lavorare in settori così diversi?

Assolutamente, ogni volta per me è una sorta di sfida riuscire a “modellare” il mio lavoro in diversi campi. Cambia il linguaggio, il target, il tema, ma il trucco è riuscire a rimanere se stessi senza dimenticare il comune denominatore di tutti i miei lavori: l’ironia ed il colore.

alice piaggio hoppipolla out of the box

Le tue illustrazioni sono inconfondibili per le tinte energiche e le forme imponenti, quasi scultoree: come sei arrivata a questo approccio al colore così intenso?

Ho da sempre una predilezione per i colori primari e per i contrasti forti, trovo abbiano una forza ed un potere incredibile. Nel mio lavoro, i colori, non sono semplici campiture, ma hanno un ruolo da protagonista in ciò che voglio raccontare, mi aiutano a creare un movimento che nessuna forma o segno riescono a dare.

alice piaggio hoppipolla out of the box

Hai all’attivo diversi albi da illustratrice, ma qualche anno fa dicevi che ti sarebbe piaciuto realizzare un libro da autrice completa, testo e illustrazioni. Come procede quel progetto?

È in cantiere, in questo momento sono in contatto con una casa editrice con cui stiamo rifinendo gli ultimi dettagli, sono molto scaramantica quindi preferisco non sbilanciarmi troppo, ma spero di potervi aggiornare presto sugli sviluppi.

alice piaggio hoppipolla out of the box

Cosa metteresti in una capsula del tempo?

Il mio primo MacBook, La Gazzetta dello Sport del 10 Luglio 2006 ed il ricettario di mia nonna.

Se potessi incorniciare un momento dell’ultimo anno di cui sei particolarmente fiera, quale sarebbe?

Ce ne sono stati tanti di momenti da incorniciare in quest’ultimo anno, ma la vittoria del Premio illustri è sicuramente il momento di cui vado più orgogliosa.

Un libro, un disco o un fumetto che hai comprato a scatola chiusa?

La trasposizione a fumetti de Il libro della Genesi di Robert Crumb. Adoro Crumb, ma, sinceramente, quando ho acquistato questo libro ero convinta mi avrebbe annoiato alla decima pagina. Ad oggi, dopo averlo letto e riletto per ben 5 volte, lo considero una piccolo capolavoro che ognuno di noi dovrebbe avere nella propria libreria.

Il gatto di Schrödinger è vivo o morto?

Vivo!

 

Segui Alice Piaggio: WEB | INSTAGRAM

Subito per te un buono sconto del 15% più un regalo speciale, iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *