Out Of The Box | Shut Up Claudia aka Claudia Alexandrino

spread joy shut up claudia | claudia alexandrino out of the box
Claudia Alexandrino aka Shut Up Claudia è esattamente quello che il suo nickname farebbe sospettare: un vulcano in perenne eruzione di idee, illustrazioni, intuizioni e interessi.
L’illustratrice di origini portoghesi vive da diversi anni a Milano, dove insieme a Martina Elisa Cecchi ha fondato Ladies Drawing Night Milano. Passando attraverso un background di graphic designer nell’ambito della visual identity e editorial, Claudia da qualche tempo a questa parte ha fatto dell’illustrazione il suo medium principale, raccontando senza filtri e convenzioni sé stessa e gli altri, in maniera onesta e appassionata.
Abbiamo fatto quattro chiacchiere sulla rappresentazione femminile, cosa non ci dobbiamo assolutamente perdere della scena dell’illustrazione portoghese e come comprare fumetti bellissimi a scatola chiusa.
spread joy shut up claudia | claudia alexandrino out of the box
Le tue illustrazioni usano un linguaggio visivo che pur essendo molto personale è il linguaggio dell’illustrazione contemporaneo, fatto di colori forti, forme di impatto al servizio dell’espressività. Quanto pensi che il fatto di fare rete con altri creativi di tutto il mondo e vivere in un paese diverso da quello d’origine abbiano influito nel creare questo linguaggio visivo così cosmopolita?
Secondo me è una parte delle mie influenze, ma non solo! Quando sei straniero vedi il posto dove ora vivi in modo diverso perché hai un background culturale differente e hai vissuto tradizioni diverse. Nonostante siano passati 8 anni da quando sono arrivata in Italia, ci sono ancora delle cose in cui capisco che ho una cultura diversa, anche solo per esempio il modo in cui ci si presenta per la prima volta: in Portogallo, anche se non conosciamo, ci diamo due baci sulle guance, invece in Italia si stringe la mano. Quindi anche queste piccole cose, penso che contribuiscano molto a quello che poi è il mio linguaggio. Non è solo la tua provenienza che influenza il tuo immaginario, ma la propria storia e sopratutto il tipo di persona che sei. Quindi mescolando tutto questo insieme, si crea il linguaggio espressivo che fa parte della mia personalità da illustratrice.
Black Lives Matter claudia alexandrino shut up claudia out of the box
Le donne sono il soggetto privilegiato di molte delle tue tavole, donne attive, che affermano i propri desideri, la proprio volontà, il proprio posto nel mondo. Non a caso sei anche una delle due fondatrici di Ladies Drawing Night Milano. Quanto pensi sia importante che anche in illustrazione ci sia spazio per voci diverse sia tra i soggetti rappresentati che tra gli autori e le autrici? 
Mi interessa il modo in cui cambia l’illustrazione quando a disegnare il mondo sono tutti quanti (e tutte quante) anziché quelli che hanno avuto quel privilegio fino ad adesso per la gran parte del tempo. Penso che sia molto importante, soprattutto nel momento in cui viviamo, dare voce all’universo femminile perché nessuna è sola e tutte noi apparteniamo ad un gruppo che è fatto di tante etnie, di tante classi sociali e orientamenti. Anche perché alla fine siamo donne, e se ci sosteniamo e non ci giudichiamo saremo più forti. Io non mi considero femminista, ma mi piace molto l’idea di dare una voce alla realtà femminile perché nel fondo penso che ancora abbiamo paura di esprimerci in modo autentico. Non è per caso che sono una delle organizzatrici di Ladies Drawing Night Milano, delle serate di disegno al femminile grazie alle quali abbiamo iniziato a mettere insieme un network di donne creative e non solo, per avere uno spazio per parlare e per condividere i nostri pensieri senza giudizio.
stay home claudia alexandrino shut up claudia out of the box
Ci racconti qualcosa della scena dell’illustrazione in Portogallo? Ci consigli qualche nome tra i giovani creativi portoghesi che non ci dovremmo assolutamente perdere?
Nell’ambito dell’illustrazione in Portogallo, la prima cosa che mi viene in mente è la casa editrice Planeta Tangerina, che è una delle più famose nel mondo per quanto riguarda l’editoria infantile e insieme a loro “Ó Galeria” (a Porto) che invita Illustratori e Artisti a esporre i propri lavori. Questi sono senza dubbio due punti di riferimento per l’illustrazione portoghese. Per quanto riguarda i creativi che non dovete assolutamente perdere sono: João Fazenda, André da Loba, Catarina Sobral e Joana Estrela.
stay home claudia alexandrino shut up claudia out of the box
Cosa metteresti in una capsula del tempo? 
Tutta la collezione di libri di “A turma da Mônica“, mini quaderni per disegnare insieme a pennarelli colorati e la macchina fotografica analogica del mio nonno.
Se potessi incorniciare un momento dell’ultimo anno di cui sei particolarmente fiero, quale sarebbe?
Il momento in cui ho deciso di diventare freelance, assolutamente.
Un libro, un disco o un fumetto che hai comprato a scatola chiusa?
Di solito non compro quasi mai un libro/fumetto a scatola chiusa, di solito mi faccio consigliare da amici o faccio un po’ di ricerca prima. Però ho comprato un fumetto Megahex perché mi piaceva il mood dell’illustrazione ed è meraviglioso.
Il il gatto di Schrödinger è vivo o morto?
Vivissimo! O cosi spero.
Segui Claudia Alexandrino: WEB INSTAGRAM

Subito per te un buono sconto del 15% più un regalo speciale, iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *