Intervista: Davide Bart Salvemini

Davide Bart Salvemini è un illustratore di origine pugliese che vive a Bologna. Il suo tratto e la scelta dei colori, un po’ punk e un po’ psichedelici, rendono il suo lavoro originale e allo stesso tempo molto riconoscibile. Per hoppípolla ha illustrato le tavole della Piccola Enciclopedia del Fallimento e disegnato l’originale toppa che celebra i fallimenti in amore.

Quando hai capito che volevi fare l’illustratore?

Non ricordo bene il giorno. Ma ci fu un momento in cui capii che un’illustrazione potesse avere la forza di 20, 30 pagine di un romanzo. Volevo a tutti i costi quel potere e giorno dopo giorno sto scoprendo i trucchi per ottenerlo.

Come lavori di solito? Disegni a mano o direttamente in digitale?

Sono sempre stato fedele al trattopen e alla carta 200gr. avariata. Righelli, dita sporche, matite blu e bianchetto sono sempre stati il pattern della mia scrivania. Da poco sono passate al digitale 100% e per quanto la nostalgia spesso bussi alla porta, non torno più indietro; soprattutto per la facilità con cui posso controllare il taglio grafico dell’illustrazione.

Preferisci lavorare da solo o in team?

Ci ho provato, ma la grotta eremita è stata sempre la mia comfort zone.

L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ
L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ
L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA PUBBLICITÀ

Com’è stata l’esperienza di lavoro per la Piccola Enciclopedia del Fallimento?

Il fallimento è sempre stato un tema a me caro. Dopo aver letto L’uomo senza talento di Tsuge (Canicola Edizioni) mi ha stupito come questo sentimento potesse essere espresso visivamente in tutto il suo romanticismo pessimista. In questo libro ho cercato di trovare la parte ironica, acida che spesso si fa fatica a trovare. Il punto di vista è importante.

Davide Bart Salvemini, Piccola Enciclopedia del Fallimento
Davide Bart Salvemini, Piccola Enciclopedia del Fallimento

Qual è la tua storia e tavola preferita del libro e perché?

Di sicuro quella che narra della balena esplosa. È una storia che mi ha colpito fin da subito per la sua assurdità e dopo aver visto un video che testimoniava l’accaduto mi sono fiondato subito sull’ipad, disegnando la bozza. Mentre la disegnavo ridevo pensando a che livello possa arrivare la stupidità umana.

Quali sono i tuoi prossimi progetti? Hai qualche anticipazione da raccontarci?

Dopo l’approdo in libreria di Kaleido, il mio primo graphic novel edito da Eris Edizioni, a cui sono molto affezionato, sono immerso nella chiusura di 3 nuovi videoclip musicali e su un nuovo soggetto a fumetti. La pentola bolle, vediamo cosa esce fuori!

Ami i colori accesi ed è chiara una certa influenza dell’immaginario psichedelico. Ma quali sono le tue fonti di ispirazione in questo momento?

Amo i colori perché credo molto nel loro significato. I colori sono spesso parte del racconto dell’illustrazione, sono lì e raccontano su un livello nascosto, quello dell’inconscio.

Cosa fai quando non disegni?

Spesso penso a cosa disegnare.

Sei di Bologna? Come vivi il rapporto con la tua città?

In realtà sono pugliese, e ho vissuto poi gran parte della vita a Ravenna. Da qualche anno sono a Bologna e fin da subito l’ho sentita come la mia seconda casa. Amo gli scorci, i colori al tramonto e lo stile di vita che ti permette di avere.

Qual è il tuo posto speciale / preferito sulla Terra?

Il balcone del palazzo Topkapi a Istanbul. Mi ricordo che si vedeva il porto con le sue piccole navi mentre scaricavano i container, la città vive tagliata dal Bosforo e mi sembrò di tornare indietro nel tempo, nell’antichità. È questa è da sempre una sensazione che mi da tranquillità.

Davide Bart Salvemini, un fotografamma di Remake: Jurassic Park, TINALS
Davide Bart Salvemini, un fotogramma di Remake: Jurassic Park, TINALS

Trovi la Piccola Enciclopedia del Fallimento, la toppa e altre produzioni di Davide Bart Salvemini cliccando sull’immagine qui sotto:

 

Lo sapevi che iscrivendoti alla nostra newsletter ricevi subito uno sconto del 50% su un prodotto dello shop, anteprime speciali e l'esclusiva offerta della settimana?

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *