Out Of The Box | Valeria Puzzovio

Valeria Puzzovio Hoppipolla Out Of The Box

Strumenti semplici per indagare sentimenti complessi: così si potrebbe riassumere l’illustrazione di Valeria Puzzovio. I suoi disegni a matita e collage analogico sono tratteggiati in un uno stile che fa pensare ad uno studio attento dell’arte del Novecento, dal movimento naïf sino a un immaginario sospeso che sembra richiamare i grandi quadri metafisici.
Un lessico visivo personale che non poteva mancare di suscitare attenzione e riconoscimento, dal Mercado de obra grafica di Barcellona a Lucca Junior 2015, passando per la residenza artistica al Lago Film Festival.
Con lei abbiamo parlato di gatti ritornanti, cinema e fotografia, e del ruolo importantissimo che Livio Sossi ha svolto nella traiettoria di tantissimi illustratori.

Valeria Puzzovio Hoppipolla Out Of The BoxCiao Valeria! Ci racconti com’è iniziato il tuo percorso come illustratrice?

Mi piace disegnare da quando ne ho memoria ma non mi ero mai cimentata seriamente prima dell’incontro con Livio Sossi, docente di letteratura per l’infanzia venuto a Lecce nel 2012 per tenere un corso di scrittura per bambini. Per l’occasione il prof. aveva portato tantissimi meravigliosi albi illustrati che mi fecero scoprire un mondo: avevo capito che illustrare libri era ciò che avrei voluto fare. Così mi misi a studiare da autodidatta e a fare bancarella per strada con i miei disegni, a partecipare a mercatini ed eventi della zona (Lecce e provincia) fino a quando non sono arrivati i primi lavori.

Valeria Puzzovio Hoppipolla Out Of The Box

Da dove trai maggiormente ispirazione?

Dall’illustrazione contemporanea (Shout il mio preferito), dal cinema (Stanley Kubrick, Ingmar Bergman,…) e dalla fotografia (Henri Cartier-Bresson, Elliott Erwitt,…).

Valeria Puzzovio Hoppipolla Out Of The Box

Qual è la tua tecnica preferita? Segui un processo preciso per realizzare le tue illustrazioni?

Sicuramente mi viene molto naturale usare la matita per disegnare: mi sento a mio agio e riesco a restituire la giusta autenticità alle mie idee ed emozioni. Ultimamente ho anche scoperto l’arte del collage analogico che mi entusiasma particolarmente.
Per realizzare i miei lavori prima studio la tematica da affrontare e analizzo le parole- chiave e le varie idee, poi passo alla composizione e cerco di sintetizzare il concetto semplificando al meglio il risultato finale.

Valeria Puzzovio Hoppipolla Out Of The Box

Cosa metteresti in una capsula del tempo?

Un post-it per ricordare a me stessa di coltivare sempre i miei sogni.

Se potessi incorniciare un momento dell’ultimo anno di cui sei particolarmente fiero, quale sarebbe?

Una fiera di illustrazione a Londra, a cui ho preso parte come espositrice.

Un libro, un disco o un fumetto che hai comprato a scatola chiusa? “Rapsodia in blu” di Andrea Serio.

Valeria Puzzovio Hoppipolla Out Of The Box

Il gatto di Schrödinger è vivo o morto?
Redivivo!

Segui Valeria Puzzovio: WEB | INSTAGRAM

Subito per te un buono sconto del 15% più un regalo speciale, iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *