Riviste indipendenti | Cosa sono e 15 consigli di lettura

riviste indipendenti magazine editoria

É uscita la nostra nuova Guida Instagram dedicata a 15 magazine cartacei bellissimi da leggere e sfogliare. Tra loro ci sono molte riviste indipendenti. Così, ci prendiamo questo spazio per raccontarvi qualcosa in più sulla loro storia e sul loro significato.

Esiste cosa più bella di sfogliare una rivista appena stampata? Accarezzare le pagine ruvide e sentire quell’odore di inchiostro fresco. O magari aspettare di vederla nella propria buca delle lettere o sceglierla in edicola per poi piazzarla in libreria o in giro per casa, a dare colore ai nostri spazi. 

Ecco, se un po’ ci conoscete sapete quanto siamo fan dei magazine cartacei e delle riviste indipendenti tanto che, sul nostro shop, le riviste le trovate sempre.
Per questo la nostra ultima Guida Instagram è dedicata proprio a loro, a 15 magazine cartacei bellissimi

riviste indipendenti

Al solito non vi spoileriamo i nostri consigli, che per quelli basta un clic, ma sappiate che tra loro ci sono molti prodotti di editoria indipendente e, proprio su questo tema, qualche cosa in più vogliamo dirvela.

Come nascono le riviste indipendenti

Gli Anni Quaranta

Intanto, cosa significa l’aggettivo “indipendente”?

Per rispondere serve una di quelle storie che partono da lontano, precisamente dagli Anni Quaranta del Novecento con la nascita di una stampa clandestina avviata dalla Resistenza per contrastare e rivoltare i totalitarismi, nazista e comunista in testa. 
In questo senso, la stampa clandestina era segreta, esterna ai canali istituzionali e quindi spesso priva di risorse, economiche e non solo. Tra gli esempi più famosi, Libération in Francia e La Comune in Italia.

stampa indipendente storia
La Comune, Anno 1, Numero 10, 31 maggio 1944

Gli Anni Sessanta

Vent’anni dopo, negli Anni Sessanta, l’editoria underground si trasforma: le risorse aumentano e le possibilità e la voglia di esprimere la propria creatività pure. Così i prodotti di quel periodo raccontano molto bene il contesto della controcultura e sono un perfetto spaccato della società dell’epoca. La distribuzione, pur rimanendo autogestita, raggiunge numeri più grandi e compaiono costantemente nuovi titoli.

Gli Anni Novanta

Ma è solo intorno agli Anni Novanta che prende forma il concetto di editoria indipendente per come lo intendiamo noi oggi e lo fa attraverso l’alternative press. Cominciano così a nascere magazine di settore con al centro temi non trattati dalle grandi testate e dai mass media. Tra questi l’ambientalismo, i diritti della comunità LGBT+ e quelli delle donne. Queste riviste – di cui fa parte, per esempio, Carta, tra le più famose in Italia – finalmente possono contare su una loro rete di distribuzione e assumono una forma molto vicina a quella di un movimento.

Oggi

E così arriviamo a noi, a un panorama editoriale indipendente sempre più dinamico e creativo, non solo in fatto di magazine ma anche di libri e librerie. In particolare, oggi per riviste indipendenti intendiamo tutti quei periodici la cui produzione non può essere ricondotta a grandi gruppi editoriali. Il loro bello è la cura quasi artigianale che si legge tra le pagine e la sana libertà della loro voce. L’editoria indipendente è una palestra di scrittura, opportunità per giovani alla ricerca di uno spazio d’espressione. E poi è freschezza: questi magazine sono spesso prodotti da team amatoriali ma non per questo meno competenti e, anzi, sicuramente molto motivati, spinti dalla necessità di sperimentare e raccontare temi e punti di vista nuovi.

Come scrive Francesco Ciaponi su Artribune, la tendenza dei magazine indipendenti è quella di «riferirsi sempre più a piccole nicchie di pubblico. Un trend, questo, in netta controtendenza rispetto alla versione classica che si poneva come obiettivo proprio la massima divulgazione anche a fronte di scarsissimi mezzi». 

Ora che siete preparatissimi e preparatissime sull’editoria indipendente non vi resta che godervi i consigli della nostra ultima Guida Instagram scegliendo quelli più adatti a voi. Buona lettura, sicuramente sarà piena di nuovi stimoli.

Subito per te un buono sconto del 10%,
iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *