5 musical indie da riscoprire

Musica e dramma sono gli ingredienti del musical, il genere nato negli Stati Uniti tra il 19° e il 20° secolo e divenuto una delle principali espressioni della settima arte. Un trionfo di coreografie, arte e immaginazione che, costruito su performance di stampo teatrale, spazia dall’opera lirica alla musica moderna raccontando struggenti storie d’amore amate dal pubblico e dalla critica mondiale: da grandi cult del passato come “Tutti insieme appassionatamente” e “Cantando sotto la pioggia” al rivoluzionario “Moulin Rouge” e l’impeccabile “La La Land”. Ma noi di Hoppípolla, da amanti e cultori dell’entertainment indie, vi riveleremo cinque musical tutti da vivere e scoprire:

Annette

Presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes 2021, “Annette” è uno dei musical più coraggiosi degli ultimi anni. Diretto da Leos Carax, l’autore del folle e suggestivo “Holy Motors”, e interpretato da un cast stellare composto da Marion Cotillard, Adam Driver e Simon Helberg, “Annette” racconta la storia d’amore tra una diva della lirica e un comico: due persone tanto diverse tra loro quanto unite da un sentimento che non conosce  limiti e confini. Un cult musicale che, con tutta la libertà autoriale dell’entertainment indie, consacra l’amore per l’arte attraverso la forza di Adam Driver e la dolcezza di Marion Cotillard: gli indimenticabili e antitetici protagonisti di un musical punk di cui non ci dimenticheremo facilmente.

La piccola bottega degli orrori

Tratto dall’omonimo cult del 1960 di Roger Corman, “La piccola bottega degli orrori” è un musical del 1982 composto da Alan Menken e scritto da Howard Ashman che ha dato vita alla trasposizione cinematografica diretta da Frank Oz e interpretata da Rick Moranis, Ellen Greene e Steve Martin nel 1986. Caratterizzato da ritmo, ironia ed effetti speciali straordinari, il musical di Frank Oz è una delle opere più divertenti degli anni Ottanta tra camei d’eccezione (indimenticabili le partecipazioni di Bill Murray e Jim Belushi), fotografia pastello, citazioni cinefile, canzoni iconiche e satira sociale. 

Dancer in the Dark

Tra i registi più controversi di sempre, Lars von Trier ha un ruolo d’onore. Sono pochi gli autori in grado di spaziare tra generi diversi conferendo quel tocco unico in grado di sedurre, sconvolgere e disturbare il pubblico e la critica mondiale. Dopo “Le onde del destino” e “Idioti”, Lars von Trier chiude la Trilogia del cuore d’oro con “Dancer in the Dark”, musical atipico vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes. Interpretato da Björk, Catherine Deneuve, David Morse e Peter Stormare, “Dancer in the Dark” è un musical innovativo e rivoluzionario che presenta tutta la forza e libertà autoriale di Lars von Trier. Un cocktail di musica e dramma che ribalta lo spirito e l’estetica del cinema di genere dando vita a un anti-musical iconico e immortale.

Across the Universe

“Across the Universe” è uno dei brani più celebri dei Beatles. Ma è anche il titolo di uno dei musical più ambiziosi e visionari degli ultimi quindici anni. 

Dopo lo straordinario successo di pubblico e critica di “Frida”, Julie Taymor decide di realizzare un film ricco di follia e immaginazione su oltre trenta canzoni dell’iconica band britannica. Un’opera psichedelica, brillante e colorata che racconta la tormentata storia d’amore di Jude e Lucy dalla New York del 1966 alla guerra del Vietnam tra coreografie e arrangiamenti unici e i camei di Bono, Eddie Izzard e Salma Hayek. 

Pene d’amor perdute

Kenneth Branagh ha diretto opere molto diverse nel corso della sua trentennale carriera: dagli adattamenti di William Shakespeare, Mary Shelley e Agatha Christie fino ai classici Disney e i cinecomics Marvel. Un talento versatile messo al servizio di budget e interpreti stellari che trova in ogni film la sua dimensione teatrale e la sua eleganza cinematografica. Non a caso, Branagh ha scelto proprio la chiave del musical per dirigere e interpretare “Pene d’amor perdute”: piccolo cult che rivisita in chiave musicale l’opera di Shakespeare tra brani iconici, coreografie, omaggi e performance degne del miglior musical di stampo hollywoodiano. 

Subito per te un buono sconto del 10%,
iscriviti alla newsletter!

ISCRIVITI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *